Turillo Sindoni - Un tempo scultore di fama mondiale

Chi è Turillo Sindoni e perché il suo nome viene dimenticato quasi subito dopo la morte (avvenuta il 9 gennaio 1941)? Egli è il prodotto di una mentalità, quella barcelgottese e siciliana, fortemente vitale e vitalistica, chiassosa e intraprendente, moderna e assieme tradizionalistica. Eclettica. Come la sua arte. Un pesce fuor d'acqua snobbato da una classe intellettuale "razzista", quella italiana. Questo volume è frutto di una benemerita e cavillosa ricerca sul campo di Simone Cardullo e Massimo Sindoni, concittadini e discendenti dello scultore, e si pone come il primo tentativo di ridurre ad unum tutto quanto si sa dello scultore (foto, immagini, aneddoti, pubblicazioni e chiaramente le opere, che come vedremo non sono solo in bronzo ma anche in gesso e in pietra). Questo è il primo, fondamentale passo per dare l'avvio a una serie di successivi studi scientifici storico-critici sull'artista, affinché una volta su tutte lo si tiri fuori (mettendone in luce i meriti e i demeriti, come è giusto faccia un'analisi storico-artistica) dall'oblio nel quale rischia di scivolare per molto tempo. Andrea Italiano

     
Nessun commento inserito
Per inserire un commento dei effettuare l'accesso

DELLO STESSO GENERE