I passi segreti della libertà
di Valentina Coluzzi
ISBN: 979-12-5466-704-0
Formato: Rilegato
Genere: Narrativa
Collana: Percorsi
Anno: 2024 - Mese: luglio
Pagine: 70

Disponibilità immediata

Disponibile anche in formato eBook


16,00 €
Aggiungi al carrello

Sintesi

Un viaggio immersivo nell’anima umana: questo è il romanzo di Valentina Coluzzi; la protagonista vive un momento di vita apparentemente normale che, però, viene turbato da un evento luttuoso, come tanti che segnano le nostre esistenze.
Da questo accadimento tanto triste quanto purtroppo ordinario il testo prende una svolta, dando inizio a un’ecfrasi totalmente fuori dall’ordinario.
Valentina farà un vero e proprio percorso di formazione, inoltrandosi in un bosco che è anche metaforico e venendo a contatto con personaggi misteriosi, come un solitario tagliaboschi, “il forestiero”, la cui dimora si rivelerà l’ingresso per un mondo ultrasensoriale. Questo viaggio la porterà alla conoscenza di sé stessa, accumulerà esperienze sospese a metà nel limbo fra l’ordinario e il fantastico, ma avrà tutti gli strumenti per farlo: la pazienza, la dedizione, l’amore. Tutte caratteristiche, queste, sconosciute ai più che, quindi, non avranno mai il privilegio di scandagliare così a fondo il proprio animo alla ricerca di sé.
La trama si intesse di accenti fortemente spirituali, talvolta magici ma sempre strettamente collegati alla psiche umana, senza mai andare troppo oltre, verso un metafisico grottesco; chiari sono i richiami alla filosofia e alla cultura greca, alla spiritualità orientale, a credenze mistico-religiose di sapore andino.

Valentina Coluzzi nasce a Latina il 14 febbraio 1982 ed è proprio questa data, il giorno in cui si celebra l’amore, a conferirle la vena sensibile di scrittrice consacrandola come “traghettatrice in versi”.
Fin da bambina è affascinata dalla danza delle parole e dal loro magico movimento a tal punto da farle imprimere su carta ogni sensazione, emozione e stato d’animo. Tante stanze del cuore e cassetti dell’anima in cui custodire poesie, componimenti e piccoli racconti.
Il suo percorso accademico si snoda attraverso la frequentazione del Liceo scientifico e successivamente conseguendo un diploma di laurea in Scienze della Comunicazione; anni importanti di studi e formazione che fanno serpeggiare dentro di lei la volontà di dare voce e linfa a quei componimenti sigillati nelle scatole dimenticate. Inaugura così la partecipazione a diversi concorsi letterari, maggiormente di poesia, che le permettono di aggiudicarsi diversi premi e riconoscimenti: nel 2011 si aggiudica la seconda pubblicazione nell’Antologia dei poeti federiciani con l’opera Gli Occhi della Strega e nello stesso anno il componimento poetico Amleto
entra a far parte di una raccolta di poesie sull’amore; nel 2012 vince un concorso di poesia indetto da una maison di profumi francesi intitolato Il profumo d’Autunno e ottiene un’altra pubblicazione per un concorso di opere poetiche lanciato dalla rivista Sì con la composizione Emozioni; il 2014 segna un anno importante poiché inaugura la sua prima mostra di “Arte poetica” presso la galleria di “Mangioarte” di Roma, con un’esposizione di quindici opere.
Facendo parte del club dei poeti della sua città, Latina, nel 2016 le viene riconosciuto un premio indetto da una rassegna artistica intitolata “Libero de Libero” e nel 2017 partecipa come membro di giuria per estemporanee di versi e poesia e concorsi poetici.
Ma è il 2019 l’anno topico per la sua carriera letteraria poiché pubblica Il verso selvaggio della Luna, una raccolta poetica che riflette molto una personalità romantica e animista e nei suoi versi riecheggia l’amore per la Natura e la sensualità del sentimento.
Scrivere per lei è come accendere una comunicazione costante tra il visibile e l’invisibile, il latente e il manifesto, come fossero membrane sottili e liminali che schiudendosi permettono il passaggio di nuova materia, fecondando nuovi universi del “sentire”.

Leggi la biografia completa
Nessun commento inserito
Per inserire un commento devi effettuare l'accesso

DELLO STESSO GENERE